Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.

Menu
Loading…
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
Tormenta

Milano Libri Edizioni.

“Tormenta” esce quando Paz è già un autore affermato e raccoglie subito i favori del pubblico. Il volume esplora linguaggi e tematiche differenti sia sotto il profilo linguistico che sotto quello del segno e dell’organizzazione della tavola. Come in molte delle raccolte di Andrea i temi drammatici si alternano a quelli comici, con una forte discontinuità anche nella scelta del segno da utilizzare.

“Pasqua”, “Finzioni” e per certi versi “Il segno di una resa invincibile” testimoniano dell’Andrea capace di sintetizzare in poche tavole dal crudo sapore realistico pensieri e fatti che partendo da un sentire che può essere condiviso diventano universali. La struttura della tavola resta semplice come del resto quella del racconto, ma ci restituisce un mondo di abissi e nichilismo che di semplice ha ben poco. In alcune delle altre storie, segnatamente in “Piccola guida del West” e “Detective mama”, Andrea taglia il racconto in modo diverso, ponendo una figura ben dettagliata al centro della scena e lavorando molto sulle didascalie. Solo due storie (“Armi” e “William Blake – Proverbi infernali”) sono a colori, tutte le altre in bianco e nero.

Tormenta raccoglie storie brevi, alcune elaborate con l’importante collaborazione di Marcello D’Angelo, pubblicate da Andrea fra il 1977 e il 1984. La prima stampa (1985) si deve ai tipi della Milano libri edizioni, poi la raccolta verrà riproposta dagli Editori del Grifo e, nel 2006, dal gruppo Espresso-Repubblica per la Panini. Dieci storie in tutto: Armi, Appuntamento, Sogno, Allamm Echt Temmùrt, Detective mama, William Blake – Proverbi infernali, Pasqua, Finzioni, Il segno di una resa invincibile, Piccola guida ragionata del West.

F.Graziadio

EDIZIONI SUCCESSIVE

  1. Tormenta, Editori del Grifo, Montepulciano 1992