Menu
Loading…
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11

Stefano Benni in Pompeo

Stefano Benni in Pompeo

La storia di "Pompeo" è uno dei capolavori della complessa personalità dell'artista Andrea Pazienza e uno dei racconti più duri e veri della giovane narrativa italiana. Si tratta dell'ultima opera del geniale disegnatore, autentico autore di culto che ha saputo rappresentare con le sue opere di “letteratura disegnata” il destino, la follia, la genialità, la disperazione di un’intera generazione."Pompeo" narra gli ultimi giorni di vita di un insegnante di fumetto e la sua “morte annunciata” per droga ; scritto in forma di diario. E’ un discorso - per usare le parole dello stesso Pazienza - visceri sul tavolo, che poi è l’unica cosa che mi interessa, e si presenta come "la summa di tutta una serie di esperienza di vita, è certamente autobiografico”.Dal punto di vista formale si tratta di un fumetto anomalo, molto narrativo, con pochi dialoghi e molti pensieri; tecnicamente è disegnato con poca china e molto pennarello e i materiali usati sono tutta carta di riporto.
Stefano Benni, che fu amico di Pazienza, ha deciso di raccontar/leggendo con il suo personalissimo stile affabulatorio la storia di Pompeo, trasformandola in un omaggio all'arte e alla vita dell’indiscusso caposcuola del nuovo fumetto italiano. Per questo ha scelto una settantina di tavole che dallo schermo accompagnano la lettura. La lettura è andata in scena in una prima versione con la musica rock - jazz di Camilla Missio, giovane bassista bolognese.