Menu
Loading…
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11

Pazeroticus

Glamour International Production, Firenze 1987.

l sesso è un filo rosso che si dipana lungo tutta l’opera di Paz. Quello di Andrea era un sesso esibito, scabroso, a tratti infantile nella sua quotidianità pecoreccia ma che riusciva anche ad essere tenero senza alcun imbarazzo. Senza dimenticare la componente drammatica, fedele compagna di viaggio dell’eros tanto quanto della poetica dell’artista pugliese. Disegni in bianco e nero e a colori di un erotismo mai uguale a se stesso (a parte le divertentissime variazioni sul singolo tema, anche queste caratteristiche dell’artista). Una visione della sessualità che scandaglia l’atto dell’accoppiamento nelle sue molteplici possibilità con curiosità divertita e dissacrante. Senza veli né censure, come si deve ad una pubblicazione dedicata all’argomento, ma anche con una angolazione originale, come ci si aspetta dallo sguardo di Pazienza.
Pazeroticus esce per la prima volta nel 1987. Erano anni in cui Internet non esisteva e l’erotismo a fumetti garantiva ancora robusti incassi. Glamour International era una piccola casa editrice toscana specializzata nella realizzazione di libri d’arte dedicati agli autori di fumetto – con particolare attenzione all’erotismo e alla pornografia - e non poteva lasciarsi sfuggire un talento come Andrea. Il volume viene stampato in 200 copie numerate e firmate dall’autore, andando esaurito in un amen e raggiungendo prezzi stratosferici sul mercato dell’usato. Dopo 25 anni, nel 2012, la Fandango lo ha riproposto per il grande pubblico con una bella prefazione di Milo Manara ad accompagnare le tavole.

F.Graziadio

EDIZIONI SUCCESSIVE

  1. Fandango libri, Roma 2011.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS